Caravan of Courage: An Ewok Adventure


a cura di Boba Fonts

Caravan of Courage: An Ewok Adventure

Già alla fine del 1977 George Lucas ipotizzò la realizzazione di un TV-movie legato alla storia di Splinter of the Mind’s Eye (La Gemma di Kaiburr), romanzo di Alan Dean Foster, per dare un seguito a basso costo al suo film-evento; ma il successo del primo Star Wars fu talmente spropositato da consentire la realizzazione degli altri episodi cinematografici; il progetto televisivo fu ovviamente accantonato. Non fu comunque l’ultima volta che Lucas guardò con interesse al piccolo schermo (lasciando da parte l’imbarazzante parentesi dell’Holiday Special).

Nel 1984, appena conclusa la saga cinematografica, il regista pensò bene di iniziare a espandere sistematicamente il suo universo fantastico con produzioni televisive (come farà ora, dopo la fine dei Prequel), la prima delle quali fu un TV-movie dedicato agli ewok apparsi ne Il Ritorno dello Jedi, orsetti spaziali che, per quanto detestati dai fan più maturi, erano beniamini dei più piccoli e dunque capaci di garantire un successo di ascolti e vendite. Che l’epopea grandiosa di Star Wars fosse ben lontana era a tutti evidente, ma forse proprio per questo il progetto era onesto: si giocava a carte scoperte.

Lucas scrisse il soggetto del film —l’operazione che gli riesce meglio— e ne affidò la realizzazione a personaggi del suo entourage, e la regia a John Korty. Ne nacque Caravan of courage: an Ewok adventure (L’avventura degli ewoks in Italia, dove fu più volte trasmesso).

La storia vede protagonisti Wicket, l’ewok che fraternizza con Leia in Episodio VI, e due bambini, Mace e Cindel Towani, precipitati su Endor con la loro astronave e i cui genitori vengono rapiti dal Gorax, un gigante scimmiesco che si nutre di ewok e altre creature. Un gruppo di ewok accompagna i due piccoli naufraghi spaziali alla ricerca dei genitori scomparsi attraverso pericoli e avventure a volontà.

Formula semplice ma efficace, insomma. Il risultato è un onesto spin-off, infantile, marcatamente fantasy (complice l’ambientazione di Endor), ma tutto sommato godibilissimo.

 

Informazioni e immagini tratte da Lucasfan.com.

Leave a Reply


Dark Resurrection Vol. 2 - Anche tu protagonista

Archives

Categories

Seguici su Twitter

Resta aggiornato!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere via e-mail le notifiche sui nostri nuovi articoli.

Vai alla barra degli strumenti